Sak Yant – La guida al tatuaggio SACRO Thai

I  Sak Yant sono spesso sulla pelle dei combattenti di Muay Thai tanto che gli spettatori meno esperti li citano come “tatuaggi da Muay Thai”

Sak Yant (สักยันต์), dove Sak in lingua Thai significa “tatuaggio/ tatuare”;

Yant, invece, che deriva dalla parola sanscrita “Yantra” (यन्त्र) (sanscrito) rappresenta un talismano, un oggetto mistico utilizzato per le meditazioni e progettato per proteggere dalle energie negative.

Questo tatuaggio non è una mera forma artistica di body art ma eredità di una tradizione spirituale e culturale del Sud est Asiatico.

Ma come è nata questa pratica?

Cosa significano questi tatuaggi criptici?

Perché così tanti combattenti di Muay Thai sono “inchiostrati” con dei i Sak Yant?

Dove e come puoi farti tatuare con questi “talismani” magici?

Ti spiegherò tutto in questo articolo ma prima fammi dire alcune cose!

Premesse del caso

Prima di entrare nel vivo dell’argomento voglio fare alcune premesse molto importanti se sei un vero appassionato di Muay Thai;

Numero uno il mio canale You Tube, un vero gioiellino, li trovi decine di video sulla nostra disciplina;

Se ancora non lo hai fatto iscriviti e attiva la campanella;

Questo è l’unico modo che hai per non perdere nessuno dei miei nuovi video, sappi che non li programmo;

Iscriviti e attiva la campanella, verrai avvisato sempre!

Video come questo proprio che ti aiuta a fare chiarezza sui Sak Yant

Tra l’altro da pochissimo ho messo anche la possibilità di sostenere il canale abbonandosi;

Lì con una cifra veramente simbolica hai a disposizione decine di video privati con le tecniche di grandi campioni come Buakawe, Rodtang etc;

Puoi farlo da qui

Altro materiale fondamentale per te è la mia pagina Instagram Muaythaiethailandiaclaudio, lì trovi ogni giorno dei nuovi contenuti e dei racconti sulla storia e le leggende della Mauy Thai;

Sak yant e Buddhismo Thailandese

In Thailandia il buddhismo è la religione predominante, si stima che abbia preso piede nel paese e si sia radicata fin dal 250 a.c ;

Questa religione permea la vita a 360 gradi delle persone da un livello più istituzionale fino alle routine più quotidiane;

Parallelamente, il popolo Thai risente di una forte credenza nella magia e nella superstizione che sfocia inevitabilmente in credenze animiste;

Ecco, le due cose, in Thailandia si sono in un certo senso “fuse” dando vita ad una forma di Buddhismo unico nel suo genere.

Ma non è ancora finita, per complicare ulteriormente le cose si è messo di mezzo anche l’induismo:

Divinità indù come Brahma, Rama, Hanuman e Ganesh sono adorate dai Thailandesi e le loro statue si trovano spesso nei templi buddisti.

Il motivo per cui il buddismo Thailandese presenta elementi induisti è dovuto all’influenza dell’impero Khmer;

L’odierna Cambogia, infatti,  dominò dalla seconda metà del VI secolo fino alla metà del XIII secolo.

L’Impero Khmer  era induista, poi agli arbori del XII secolo, il sovrano dell’epoca  Jayavarman VII, un devoto buddista, iniziò a convertire il regno al buddismo.

E i tatuaggi?

Per quanto riguarda i Sak Yant, questi dovrebbero risalire a quel periodo precedente l’avvento del buddismo.

Lo scopo era quello di questi tatuaggi- talismano era proprio quello di fungere da talismano per allontanare gli spiriti maligni e la malasorte.

Ma chi eseguiva queste “opere d’arte” ?

Si chiamavano “Ruesi”, questi si incidevano sul corpo delle genti queste protezioni d’inchiostro, tuttavia accostarlo al ruolo di “artisti” o tatuatori sarebbe un errore!

I Ruesi,  secondo le credenze erano degli asceti che conoscevano formule e magie sacre, erano considerati dei saggi, degli stregoni o dei guaritori;

Si, insomma dei santoni!

Inizialmente i tatuaggi rappresentavano motivi e figure geometriche, gli Yantra, questi hanno costituito la base per i futuri Sak Yant;

I tatuaggi Sak Yant come li vediamo oggi, combinano i primi motivi geometrici con scritture indù-buddiste e l’iconografia indù.

Ad oggi c’è un ampia gamma di design e iconografie legate a questi tattoo;

Ecco queste si sono sviluppate nel tempo, tramandate dai maestri agli apprendisti che di volta in volta arricchivano l’arte secondo la loro interpretazione.

Al tempo chi si faceva marchiare con un Sak Yant aveva uno scopo ben preciso, quello di ricevere protezione, ricchezza, prosperità e successo;

È importante notare che Sak Yant di per sé non fano parte degli insegnamenti del Buddha o delle tradizioni buddiste.

La cultura Thailandese, nel tempo ha assimilato e accettato i Sak Yant proprio come altri aspetti animisti del Buddismo Thai.

Forse il più usato tra i Nak Muay farang;
Le due tigri fatte il più delle volte nella parte basse della schiena come è facile intuire sono un simbolo di forza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Privacy Policy Cookie Policy

Da qui puoi raggiungere tutte le lezioni del videocorso

1. Programma gli allenamenti

2 . Combinazioni

Hai dubbi o domande?

Non perdere tempo, scrivimi e ti aiuterò subito!

Scrivimi :

Ti risponderò in pochissimo tempo!