alt = low kick

Low kick, come difendersi – manuale pratico

In questa guida ti spiegherò come annullare e contrastare in modo pratico un Low Kick!

A fine lettura conoscerai i modi migliori e più veloci per rendere del tutto inoffensivi gli avversari forti con i calci bassi.

Low kick un colpo micidiale

Se fai Muay Thai è inevitabile, prima o poi devi fare i conti con il calcio basso!

O meglio, con un avversario che ama utilizzare questo colpo devastante.

Infatti, portato con la tempistica giusta, la forza adeguata e una buona tecnica ha un effetto a dir poco micidiale.

Ho visto tante volte atleti preparati abboccare all’esca, cedere e cadere, letteralmente, dopo avere ricevuto una tale bastonata sulle gambe!

Quindi, se sei un fighter che ha intenzione di proseguire con la sua “carriera”, come ti dicevo poco fa, devi prepararti ad affrontare, prima o poi, un avversario forte con i calci bassi.

Più avanzi con l’esperienza e più diventi un’atleta completo e dietro a ogni combattimento si nascondono nuove sfide!”

Difficoltà che se impari ad arginare ti rendono un fighter migliore!

Che cosa mi vuoi dire Claudio?

Devi imparare a contrastare i calci bassi

Proprio così, se non vuoi restare incompleto e soccombere sotto questa micidiale vargata devi capire come gestirla e contrastarla!

Niente paura, ho scritto questa guida di proposito!

A fine lettura avrai una panoramica di tutti i modi  per

  • anticipare
  • rispondere
  • contrastare
  • gestire
  • annullare

Il calcio basso, starà poi a te mettere in pratica quanto appreso e utilizzarlo quando sarà il momento.alt=Low kick

Come difendersi dai calci bassi!

Molto bene, stai per entrare nel vivo di questo manuale di Muay Thai, come mio solito ti consiglio ti ritagliarti almeno un’ora, in caso contrario salva la pagina e tornaci più tardi!

È testo di oltre 3400 parole, ad ogni metodologia di contrattacco è dedicato un capitolo specifico!

Quindi mettiti comodo!

Prima di iniziare a spiegarti come contrastare i low kick è bene fare una premessa e un po’ di chiarezza sulla natura di questo colpo.

Di che Low Kick parliamo

Nella Muay Thai ci sono differenti tipi di calcio basso ed ognuno presenta delle caratteristiche specifiche.

Se mi segui da un po’ sai che le mie guide non sono mai approssimative, di conseguenza non posso trattare ognuno di questi attacchi in modo generale.

In questo manuale trattiamo in modo approfondito uno ed uno solo di questi calci portati in linea bassa.

Il low kick di chiusura, il più pericoloso, quello in grado di piegarti le gambe e metterti Ko.

Se vuoi vedere qualche video per farti un idea migliore di questo colpo ti consiglio di andare su You Tube e cercare:

  • Thepnimit Sitmonchai
  • Pornsanae Sitmonchai
  • Manachai
  • Rodtang
  • Yodlekpet

Ognuno dei Fighters sopracitati è un vero maestro nell’infierire con questo attacco, puoi trovare numerosi combattimenti conclusi così per KO!

Come viene portato questo attacco

Voglio farti una domanda.

Durante allenamento hai mai ricevuto un calcio così doloroso da essere costretto a fermarti un attimo?

Io si ed al solo pensiero di quello spillo nella coscia mi tremano le gambe!

Ora chiudi gli occhi e cerca di ricordare come questo colpo ti è stato portato.

Non ti ricordi? ..Niente paura, sicuramente la situazione è stata una delle seguenti.

Come ti dicevo prima per contrastare egregiamente questo colpo della Muay Thai dobbiamo prendere per il capo il filo della matassa ed andare a capire come tale calcio vien portato!

A meno che non sia un *calcio di rimessa, un lavoro sui tuoi colpi o un colpo fortuito* di solito per avere la capacità di mettere KO piegando le gambe viene usato come colpo di chiusura dopo un lavoro di pugni!

(*Non ti preoccupare tratto in modo approfondito ognuno di questi colpi nel 2′ capitolo del mio videocorso Strategie per calci)

Ci sono fondamentalmente due differenti “strategie” di mano che vengono messe in atto a questo scopo;

  • Un colpo singolo pesante
  • 2/3 colpi per far confusione

Approfondiamoli un attimo:

Il colpo singolo pesante

Il più delle volte è un colpo in uscita, un gancio oppure un montante( ottimo per far alzare lo sguardo e la testa all’avversario).

Di solito è il combattente con i pugni molto duri che adotta questa strategia.

Te ne accorgerai già dalle prime battute del combattimento se il tuo avversario è incisivo di mani o meno.

Il suo scopo è quello di colpire duramente creando il momento ideale per il calcio di chiusura.

2/3 colpi per fare confusione

Questa è una buona strategia che usa chi nelle mani non ha il “colpo”.

Chi lo esegue porta una sequenza rapida di pugni per creare caos, così facendo l’avversario si deve chiudere e chi attacca ha la situazione ideale per andare ad infierire sulla gamba magari già dolorante.

Per entrambe i sistemi lo scopo principale è quello, grazie alla scherma pugilistica, di portare l’avversario in una posizione del corpo pericolosa nel tentativo di proteggersi dall’attacco di mano.

Molto bene fatte queste doverosa premesse ora ti saranno molto più chiare le spiegazioni successive.

Cosa aspetti, inizia subito la lettura

Chiudi la distanza

Nella Muay Thai per portare un low kick il tuo avversario ha bisogno di una distanza specifica.

Se lui e il suo angolo hanno visto che soffri questo colpo faranno di tutto per portarti su quella misura per poi infierire.

La prima strategia che ti consiglio di adottare quando affronti questo tipo di tattica è quella di chiudere la distanza.

Cerca di portare il combattimento sulla misura di gomiti e ginocchia oppure se non riesci lega in clinch!

Così facendo lui non può trovare lo spazio necessario per portare in modo efficace questo colpo, di conseguenza non può proseguire con questa tattica a lungo se vuole essere efficace.

Interrompi il suo flusso

Nella premessa ti ho spiegato come il più delle volte un fighter cerca di creare la situazione utilizzando i pugni per poi chiudere con il calcio basso.

Quando capisci che è la sua tattica un buon modo per difenderti è quello di interrompere la sua azione di mano, specie se la strategia è quella di portare 2/3 Colpi.

Solitamente questi pugni non hanno l’irruenza per metterti giù, ma il focus del tuo avversario sarà tutto sulla chiusura di gamba.

Interrompi il suo flusso di pugni ed annullerai naturalmente anche il suo low kick.

E questo ci porta ad un’altra fase della spiegazione..

Come faccio ad interrompere l’attacco di pugni?

Niente di più semplice, fai la prima cosa che ti viene in mente!

Proprio così sembra una cavolata ma non lo è affatto, qui la cosa che conta è dire STOP alla sua foga, non importa tanto cosa metti ma come lo metti!

Che sia un pugno, un gomito, un calcio o un ginocchio fallo con decisione ed al momento giusto… a propostito.

Qual’è il momento giusto per farlo?

Tra il primo e non oltre il suo secondo colpo, se gli concedi di più prenderà fiducia, inizierà a calcare la mano ed ogni suo attacco futuro diventerà più duro.

Quindi fai come ti ho detto ed interrompi sul nascere il suo attacco!

Ah un ultima cosa, tieni su bene le mani quando agisci in questa fase, è vero che  suoi pugni non dovrebbero essere definitivi, ma perché rischiare!?

Blocca

Ok questo dovrebbe essere l’ABC, te l’hanno insegnato già alle prime lezioni di Muay Thai e cavoli nonostante tutto molti non lo fanno oppure utilizzano questa difesa in modo pietoso!

Andiamo quindi un attimo a vedere come fare un blocco corretto sul low kick.

-Stai stabile sulla gamba d’appoggio

Fallo se non vuoi perdere l’equilibrio e trovarti in una situazione davvero pericolosa.

Infatti se dopo il primo attacco ti sbilanci, cadi  indietro o comunque risulti scomposto, il tuo avversario non esiterà ad infierire!

Per rimanere fermo, impassibile ed annullare il suo attacco, il segreto sta tutto nella gamba d’appoggio.

Tienila dritta, non piegarla per nessun motivo e mantieni la testa all’altezza del piede d’appoggio se vuoi rimanere in equilibrio.

-Blocca basso

Ricordati di non alzare più del necessario la gamba che blocca.

Molti bloccano come se dovessero stoppare un medio, questo non solo è un movimento esagerato per difendersi da un calcio in linea bassa, ma nella Boxe Thailandese è anche pericoloso.

Infatti, se hai di fronte un opponente in grado di leggere i tuoi movimenti, in una seconda battuta cercherà di spazzarti passando sotto al tuo blocco.

Al 90% ci riuscirà senza difficoltà!

-Tieni la gamba morbida

Per essere precisi dal ginocchio in giù e cosa più importante non spingere.

Ho visto spesso ragazzi che nel tentativo di bloccare si fanno male alla Tibia, a te è mai capitato?

A me si ed il bozzo che ne esce mi ha dato problemi per più di un singolo allenamento, mannaggia a me!

Nella fase di bloccaggio succede proprio quando chi esegue la difesa va a spingere con la gamba.

I due arti fanno resistenza ed uno dei due, se non entrambe si danneggiano, non ti dico poi che piacere camminare 😀

Quindi ricordati di tenere morbida quella arte della gamba ogni volta che blocchi un calcio.

È bene che tu sappia che il famoso tibia contro tibia che fa tanto paura ed evoca la famosa “rottura della tibia” è un problema del tutto inesistente se tieni la gamba morbida.

Anticipi

Sicuramente uno dei metodi più sicuri ed efficaci per eludere il calcio basso è quello di anticiparlo.

Ovviamente, come tutte le cose che portano al miglior risultato, anche questa non riuscirai a farla facilmente, necessita una buona capacità di lettura dell’avversario, di tempismo, precisione e con un po’ di forza può regalare anche un KO.

Ci sono diversi metodi nella Muay Thai con cui puoi anticipare, andiamo ad analizzarli uno ad uno.

1 Esci lateralmente

Quando capisci che il tuo avversario sta per partire spostati con un uscita laterale nella direzione opposta al calcio basso.

Abbina questa fase ad un gancio, il risultato è a dir poco distruttivo.

In che senso Claudio?

Non avere fretta, ci torniamo poco più avanti in modo molto approfondito nell’apposito paragrafo.

2 Anticipa con i pugni

Come non detto eccoci già al fatidico “apposito paragrafo” 😀

Ora per facilitare la comprensione e di conseguenza la sua applicazione pratica ho bisogno di stabilire e darti un riferimento:

  • Il low kick su cui lavoriamo è portato con la gamba posteriore

Ripeto, è solo un riferimento, nulla vieta a nessuno di portare il colpo con l’altra gamba, mi serve per non farti fare confusione con le guardie.

Per usare d’anticipo i pugni in modo efficace agisci così:

  • Se sei nella guardia opposta, colpisci con un gancio in uscita con il braccio davanti, esegui un’abbondante uscita laterale.
  • Nella stessa guardia, scarica un pugno con il braccio dietro, il 99% delle volte userai il diretto, ma se la distanza te lo permette perché no, anche un montante al mento può essere risolutivo.
Quando, come e dove

Quando impattare: Colpisci appena lui parte, il suo calcio non è ancora arrivato a bersaglio e quindi si trova solo sulla gamba d’appoggio.

Come impattare: Tieni il pugno ben chiuso ed impatta con le prime due nocche.

Dove impattare: Se l’avversario è della tua altezza scarica con il gancio avanti sulla sua mascella.

Solitamente nella Boxe Thailandese quando uno calcia dalla parte opposta al colpo per quella frazione di secondo ha la mascella scoperta.

Questo succede perché per favorire il caricamento del calcio si abbassa il braccio da quella parte.

Se riesci ad intercettare quel momento lo metterai con il sedere per terra.

Invece, per quanto riguarda il pugno diretto, portalo al mento ( mira alla gola).

Se invece hai di fronte un gigante non stare ad arrampicarti, rischi solo di portare un colpo scarico in una situazione potenzialmente da KO.

Colpisci quindi senza esitazione al corpo.

Con il gancio alla milza o alle costole fluttuanti se sei mancino, il fegato se hai una guardia ortodossa oppure la bocca dello stomaco a prescindere dalla guardia.

Con il diretto senza problemi di guardia vai ad impattare sulla bocca dello stomaco oppure sulla parte bassa dell’addome, appena sopra al pube per intenderci.

Una parte che i pochi lavorano ma che risulta molto efficacie.

3 Anticipa con il teep

Una volta il mio Maestro ha detto parlandomi del calcio frontale.. ” il teep è la migl…” no aspetta la metto come citazione ;D

Il Teep è la miglior invenzione dopo la f**a, usalo”

Ok è un po’ buffa la cosa ma rende l’idea, infatti, nella Muay Thai questo colpo non solo è molto efficace ma ti costa meno rispetto qualsiasi colpo a livello di dispendio energetico.

E poi se sei un fanatico dei gesti tecnici, tieni a mente che oltre ad impattare, se riesci ad utilizzare il giusto timing puoi far letteralmente volare il tuo avversario!

Andiamo a vedere come utilizzarlo a dovere.

Come e dove

Quando impattare: Colpisci d’anticipo, puoi farlo subito appena lui si muove per portarti il primo attacco di mano oppure appena lui fa il passo per portare il low kick.

Come impattare: Se sei alla distanza giusta appoggia a terra il tallone della gamba dietro e lancia il teep senza esitazione.

Quando invece sei troppo vicino, magari perché sei caduto nella “trappola” di pugni dell’avversario, fai un balzo indietro e colpisci immediatamente.

Come per quando fai un blocco ma comunque quando ti trovi su una sola gamba è fondamentale che questa sia inamovibile.

Per farlo bene assicurati di avere la testa sul piede e che l’arto d’appoggio sia ben dritto!

Impatta usando l’avampiede e non tutta la superficie plantare perché se no è molto facile afferrare la tua gamba.

Dove impattare: Se vuoi ottenere il massimo danno scarica il tuo calcio frontale sulle costole fluttuanti oppure sul plesso solare.

Un altro buon target da colpire è la gamba d’appoggio avversaria, il quadricipite esattamente, per essere precisi l’attaccatura del muscolo al ginocchio.

Ok quasi sicuramente ti sembra assurdo portare un calcio frontale alle gambe, ma ricorda che prendiamo la forza da terra, in questo caso è proprio li che andiamo ad agire!

L’ultimo bersaglio che voglio evidenziarti non viene utilizzato quasi mai, peccato perché è un punto praticamente indifeso del nostro corpo.

Si tratta della parte bassa dell’addome, per intenderci quella appena sopra il pube, colpisci con forza e vedrai che bel risultato.

Rimetti

La rimessa è sicuramente la strada più facile da percorrere per lavorare sul calcio basso avversario.

Tuttavia devi tenere conto di una cosa, contro il tipo di low kick che stiamo affrontando, non è una strategia percorribile a lungo.

Questo calcio basso è portato con l’intenzione di abbattere, probabilmente in una situazione dove stai subendo molto sulle gambe.

Capisci che, specie se hai un avversario con dei calci bassi forti, mettersi ad aspettare più volte il colpo per poi ripartire diventa una missione suicida.

La cosa cambia se il colpo avversario risulta smorto, in questo caso la strategia di rimessa può portarti a buoni risultati in un match di Muay Thai, quindi infierisci.

Un altro caso in cui ti consiglio questo colpo è il seguente:

Durante il combattimento, nelle battute precedenti vedi un “buco” ogni volta che il calcio arriva a bersaglio, perciò qui può avere senso sacrificare la gamba per un colpo da KO!

Se come Tattica eviterei di puntare tutto su questo, invece ti consiglio di rimettere ogni volta che vieni colpito dal calcio basso.

Questo perché non puoi avere il 100% del controllo di un incontro ed è una buona cosa rispondere subito dopo aver subito un attacco.

Quindi:

  • No come strategia alla lunga,
  • Sì come lavoro di risposta,
  • Sì per cercare il KO.
Imposta la rimessa

Prima di andare ad analizzare le rimesse più efficaci voglio darti qualche dritta per “impostare correttamente questa fase”.

Fondamentalmente 3 consigli:

  1. Quando arriva il calcio se riesci ad intuirlo accorcia leggermente la distanza in contro al colpo, questo impedisce al calcio di scaricarsi completamente di conseguenza sarà molto meno efficacie.
  2. Anche il blocco è un ottimo punto di partenza per una rimessa efficacie, senza contare che è più “sicura” rispetto al passo precedente.
  3. Cerca di essere il più rapido possibile, appena il suo colpo si scarica, non esitare parti e colpisci con foga.

E meno male che ho aperto il capitolo dicendo “sono la strada più facile” 😀

Molto bene ora studiamo le rimesse migliori da fare dopo un low kick in un combattimento di Muay Thai!

1.Rimetti con i pugni

Come ti dicevo poco fa questo è un ottimo modo per abbattere l’avversario, specie se poco prima hai intuito un possibile “colpo” pulito.

Come colpire: A differenza degli anticipi, qui poco conta il tipo di pugno in relazione con la guardia che hai rispetto all’opponente.

Ma come Claudio precisino fino adesso ed ora mi dici che non conta la guardia?

Proprio così qui la cosa che deve interessarti è riuscire ad eseguire una rimessa dura e repentina.

 A seconda della distanza in cui ti trovi decidi se colpire con un diretto o colpo corto.

Quando colpire: Tieni conto che ora lui ha appena concluso l’attacco quindi deve affrettarsi ad evadere o comunque a ricomporsi in guardia.

È proprio in questa fase di “riassestamento” che devi andare ad agire.

Dove colpire: Tieni conto  di queste due cose quando il suo low kick è a bersaglio:

  1. il braccio relativo alla gamba dell’impatto è totalmente basso per scaricare il colpo, il suo viso da quella parte è pulito per un colpo da KO, infierisci.
  2. il corpo è vuoto, lui è su una gamba sola ed il momento è favorevole per un pugno in quest’area, approfittane.
2.Rimetti con il calcio basso

Volendo puoi rimettere anche con altri calci, ma li ritengo sicuramente meno efficaci del low Kick per ribattere sullo stesso attacco.

Come colpire: Non esitare ed utilizza la gamba che è stata colpita per colpire la gamba che ti ha colpito.

Ok sembra uno scioglilingua ma non fa una piega!

Quando colpire: Parti immediatamente dopo che sei stato colpito, colpiscilo alla gamba appena appoggia a terra quando il suo muscolo è ancora rilassato.

Dove colpire: Cerca di beccare l’attaccatura del quadricipite al ginocchio, quello è sicuramente il punto migliore.

Cioè non che direttamente sulla coscia sia un piacere!

Un colpo del genere è in grado di concludere senza se e senza ma il combattimento.

Ricapitoliamo

Ed ecco tutto, oramai dovresti saperlo se ha già letto qualche altro mio manuale pratico, la mia priorità è che tutto quello che studi ti sia chiaro.

Ma non solo voglio che Tu abbia la consapevolezza tale da ricordare ciò che hai studiato per poi provarlo in palestra.

Questa è una guida di oltre 3400 parole, di conseguenza, come per tutte le altre ora voglio ricapitolare e schematizzare tutto quello che hai studiato fino a qui.

Così potrai tornarci quando ne sentirai il bisogno e ripassare tutto più velocemente.

Come difenderti dai Low Kick:

– Chiudi la distanza

-Interrompi il suo flusso di colpi

-Blocca

-Anticipa

  1. esci lateralmente
  2. anticipa con i pugni
  3. usa il teep

-Rimetti

  1. di mano
  2. con un low kick sulla gamba del calcio
I calci, le finte e le schede d’allenamento

Se sei arrivato fino a questo di una guida così lunga punto sono sicuro che ami davvero la Muay Thai.

Per questo credo che Strategie per calci è perfetto per te, lì trovi:

– Decine di ore di video che miglioreranno i tuoi calci in ogni situazione, dalle basi al combattimento vero e proprio.

Un vero e proprio programma d’allenamenti pensato per questo periodo a casa;

Da fare a vuoto, al sacco, con i pesi, a corpo libero e di potenziamento dei colpi;

Tutti funzionali alla Muay Thai;

Qui ne puoi provare uno tutto dedicato all’allenamento dei calci.

– E oltre a videocorso e schede d’allenamento in regalo hai un ulteriore videocorso – Tattiche di inganno-

Qui costruirai il tuo sistema di finte che ti permetterà di ingannare l’avversario avendo la meglio in combattimento.

Al momento è in offerta, puoi guardare il programma completo e prenderlo da qui

Cosa aspetti, vai subito a Studiare!!

Conclusione

Cavolo quanta roba, tante cose sì e molto efficaci se applicate nel modo corretto, però voglio essere chiaro con te.

Non ti basta leggerle 1 volta per riuscire a farle, ci vuole pratica, ore ed ore a ripeterle a vuoto, a prender colpi nel tentativo di metterle nello sparring.

Ma vedrai che alla fine i risultati non tarderanno ad arrivare!!

Quindi, ora che lo sai, non limitarti alla lettura, finisci qui e vola in palestra!

Non mi resta che augurarti buona pratica!

Un abbraccio Claudio

PS.

Se ancora non lo hai fatto seguimi su Instagram e se hai qualche domanda non esitare a farmela lì o al mio indirizzo di posta muaythaiethailandiaclaudio@mymuaythai.it senza alcun problema ;D

Privacy Policy Cookie Policy

Da qui puoi raggiungere tutte le lezioni del videocorso

1. Programma gli allenamenti

2 . Combinazioni

Hai dubbi o domande?

Non perdere tempo, scrivimi e ti aiuterò subito!

Scrivimi :

Ti risponderò in pochissimo tempo!